Reportage di un matrimonio (Parte Seconda)

Dopo aver visto la prima parte di “Reportage di un matrimonio”, possiamo andare ad affrontare la parte centrale dell’evento: la cerimonia.
In questa parte la parola reportage tende ad avere pieno significato. Nella cerimonia non  è possibile pretendere una foto in posa, ed è qui che viene fuori la capacità del fotografo nel sapere cogliere l’attimo.

Il fotografo deve essere veloce, abile nel sapersi muovere, insomma deve essere un ombra capace di cogliere gli istanti.
Per quanto riguarda l’attrezzatura ed in particolare la luce, qualora non si disponga di faretti da montare su due stativi ai lati dell’altare, la miglio soluzione è il flash o ancora meglio, qualora fosse possibile, sfruttare la luce ambiente.

LA CERIMONIA

1In questa parte dell’evento bisogna saper cogliere gli elementi dell’attesa dell’arrivo della sposa, tramite i partecipanti alla cerimonia e lo sposo.

L’obiettivo è la contestualizzazione  dell’evento, cogliendo qui momenti che gli sposi potranno rivedere.

 

 

2Arrivata la sposa si inizia a pieno ritmo!
L’entrata, fino all’incontro con lo sposo in attesa, è uno dei momenti fondamentali.

Bisogna essere veloci a fotografare  l’arrivo e seguire la sposa fino all’altare, senza essere in alcun modo di intralcio nella cerimonia, creando quindi il minor disagio possibile. 

Una volta iniziata la cerimonia la situazione si tranquillizza momentaneamente.
E’ il momento in cui bisogna riprendere gli sposi da diverse inquadrature, girando discretamente intorno all’altare senza disturbare, facendo il minor rumore possibile.
Mi raccomando ricordate di aver messo in silenzioso il cellulare!!!

4In questo momento è molto importante conoscere come si svolgerà la cerimonia, non ci si può far trovare impreparati.

Per impreparati si intende essere nella posizione errata, non avere la focale giusta o peggio ancora perdere l’istante distraendosi clamorosamente!

E’ importante seguire l’arrivo degli anelli sull’altare e tutta la fase della lettura delle promesse e scambio degli anelli.

Fate attenzione che i movimenti del cerimoniante o degli sposi non vi siano d’intralcio! Gli imprevisti sono sempre in agguato, state attenti! 

3Oltre alle parti centrali dell’evento è importante fotografare nel momento della cerimonia i genitori degli sposi, i testimoni, scene e momenti tra gli invitati.

Inoltre è bene contestualizzare l’intera scena dell’evento, facendo delle foto grandangolari, più o meno spinte a seconda del vostro gusto, dell’intero parterre invitati. 

Ricordate che maggiori saranno gli spunti, le inquadrature e gli scatti che offrirete, maggiori saranno le possibilità che l’intero servizio piaccia. Ciò non vuol dire scattare a raffica!
Oltre allo scambio degli anelli i momenti da catturare sono le varie fasi legate al tipo di cerimonia, civile o religiosa che sia.

6

Una volta termina la cerimonia sarà il momento delle classiche foto di rito con famiglie di sposo e sposa e testimoni.

Tutto ciò prima di arrivare al momento finale: l’uscita degli sposi alla fine del matrimonio!

Mi raccomando sappiate disporre gli invitati all’uscita, create la vostra scena e fate in modo che non venga ostacolata in alcun modo!

Adesso non vi resterà che scattare, in questo caso la raffica, per cogliere il momento giusto, potrà sicuramente tornarvi utile.

Per le foto si ringrazia il fotografo ed amico Piero Maraca.

  1. Reportage di un matrimonio (Parte Prima)
  2. Reportage di un matrimonio (Parte terza)

 

 

Autori: kOoLiNuS

È un giovane padawan dell'arte dei SysAdmin - precario - presso un Istituto di ricerca al C.N.R. di Bari. Alla bisogna svolge attività di consulenza ICT per piccole e medie imprese. È infine un social networker attivo e "presente" dal 2000. Dal 2012 collabora attivamente con Tevac, gestendone il Network di blog, e scrivendo per alcuni di essi. Il suo spazio personale è Delicious Stark

1 Commento

  1. Pingback: Reportage di un matrimonio (Parte Terza) | TevacPhoto

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.