Come fanno i professionisti: auto in movimento

Su Youtube un bel video di come fanno i professionisti a fotografare un’automobile in movimento per dare dinamicità allo scatto, il cosiddetto effetto panning, in cui la vettura è perfettamente a fuoco ed ben delineata, ma lo sfondo è mosso in maniera lineare. Il video è stato realizzato  ad arte per la Ferrari e la sua splendida 458 Italia.

Back stage 458 Italia

Nel video si vedono tutti trucchi usati con tutti i crismi del caso:

  • Veicoli d’appoggio customizzati secondo le richieste del professionista di turno, con appositi terrazzini anteriori e posteriori (all’occorrenza, spostabili anche in posizione sopraeleva) in modo da poter fotografare da punti ravvicinati, disassati, livello terreno o rialzati i “lati” migliori dell’auto.
  • Relativamente ai veicoli d’appoggio, notate la verniciatura nero opaco degli stessi (in anche sulla fanaleria e su ogn minimo particolare) per evitare che una qualunque parte del veicolo d’appoggio si rifletta sull’auto ripresa.
  • Drivers professionisti (per l’auto da fotografare e per il veicolo d’appoggio), in grado di mantenere le auto alle distanze e velocità corrette.
  • Bracci meccanici, cavi e strutture metalliche per sostenere l’attrezzatura sopra il veicolo da fotografare (evitando di prenderli nell’inquadratura) o sul veicolo da appoggio. Strutture spesso autocostruite o anche reperite nei cataloghi di appositi produttori fotografici.
  • Nel caso di grandi produzioni si avranno anche sitemi di bracci elettromeccanici mobili e attrezzature di controllo onboard.
  • Telecomandi a distanza, radio ad elevata portata, per comandare lo scatto in remoto nel caso la fotocamera sia irraggiungibile da cavi o fili di comando, ripetendo i passaggi nello sfondo prescelto più volte.
  • Piani di movimento accordati a tavolino, con modellini e piantine, insomma per avere delle certezze e sempre meglio avere le idee chiare e saperle esporre.
  • Nel caso di riprese su strade aperte, accordi e accompagnamento da parte autorità locale.
  • Attrezzature fotografiche e di controllo scatto adeguate.

Come vedete, nel video fare servizi di un certo tipo non è facile, e la movimentazione di persone necessarie alla realizzazione di anche “pochi” scatti necessità della giusta preparazione e delle giuste conoscenze.

Buona visione.

Autori: kOoLiNuS

È un giovane padawan dell'arte dei SysAdmin - precario - presso un Istituto di ricerca al C.N.R. di Bari. Alla bisogna svolge attività di consulenza ICT per piccole e medie imprese. È infine un social networker attivo e "presente" dal 2000. Dal 2012 collabora attivamente con Tevac, gestendone il Network di blog, e scrivendo per alcuni di essi. Il suo spazio personale è Delicious Stark

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.