Move – Il Mosso Nella Fotografia Di Nudo Secondo Me

move-15
Raccontato così non suona proprio benissimo, ma è un pensiero che mi è passato per la testa i quel momento; per un’attimo mi sono  immaginato la scena vista dall’esterno, un  omaccio seduto su di uno sgabello, ha davanti una bella ragazza che ha la metà dei suoi anni e danza, nuda, per lui…  L’omaccio sono io, durante una sessione fotografica Caterina, la modella, un poco perché freddolosa, un po’ perché stava ascoltando il suo CD preferito, un poco perché felice per motivi suoi, non stava mai ferma e continuava ad accennare passi di danza.

-Ho fatto danza per molti anni – mi racconta.

Era da quando avevo visto certe fotografie sportive, vari anni prima, immagini che mi erano piaciute, o meglio mi era piaciuto l’effetto permesso dalla sincronizzazione del lampo elettronico sulla seconda tendina, cosa che non avevo mai visto prima. Io non faccio foto sportiva, ma questa cosa mi era rimasta in giro per la testa e cercavo un modo per utilizzarla; così in quel momento ho approfittato dell’occasione, ho prendo la palla al balzo come si dice. Regolo i bank, aumento la luce ambiente, mi procuro il famoso sgabello per avere un punto di ripresa fisso pur lavorando a mano libera, grossomodo tutto qui. Voglio sottolineare che, pur essendo riprese digitali, l’effetto e tutto dato dalla LUCE!

ec

[nggallery id=7]

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.