Pixelmator, controcorrente

Adobe ha definitivamente adottato il cloud computing e la vendita di abbonamenti, come discusso sul Forum di Tevac. L’indomani la squadra di Pixelmator si diceva sorpresa, piacevolmente, della mossa del Grande Fratello, e si schierava su posizioni assolutamente agli antipodi di quelle di Adobe

I must say our pricing, ownership, and development philosophy are completely different from Big Brother. We focus only on creating the world’s best image editing app. Nothing else. No distractions.

La versione 2.2 di Pixelmator ha raggiunto ieri i 500.000 scaricamenti. Se la cifra, che include anche i meri aggiornamenti, resta tutto sommato modesta, se confrontata al mercato raggiunto da Adobe, è innegabile che, un aggiornamento dopo l’altro, il programma ha raggiunto un livello qualitativo assolutamente dignitoso per moltissimi fotoamatori.

Le novità dell’aggiornamento sono più di cento, alcune delle quali elencate qui, ma la principale è forse l’arrivo di Vectormator (da tempo atteso): una modalità di disegno vettoriale, che si attiva con la combinazione Command Maiuscola V (alcuni, ad esempio gli utenti di Clipmenu, potranno trovarla scomoda). La sezione delle guide per Pixelmator, dal canto suo, continua ad arricchirsi (e le fotografie usate negli esempi sono, bisogna riconoscerlo, sempre deliziose).

Oramai in vendita a 13,99€ (indirizzo sponsorizzato), Pixelmator ha convinto almeno qualcuno di voi?

1 Commento

  1. Pingback: fotoritocco facile con Analog (per Mac OS) in promo al 50% | TevacPhoto

Lascia un commento

I campi richiesti sono evidenziati con *.